Chi vuole esser grasso, sia

La coscia lunga e affusolata e il culo di marmo da angelo di Victoria’s Secret così come i fianchi larghi o le culotte de cheval sono doni di madre natura, e contro la natura nulla si può. Quindi è inutile allenarsi come delle forsennate o affamarsi come delle disperate per inseguire un ideale fuori portata, meglio andare a Lourdes per un miracolo o da un buon chirurgo estetico per una liposcultura, eventualmente.

C’è da dire però che al di là delle caratteristiche fisiche con cui si nasce, e se nasci Pina Fantozzi non potrai mai diventare Irina Shayk, c’è un mondo di gente che guarda allo specchio con disappunto il proprio culone e la propria pancia flaccida, mentre mangia schifezze e si alza dal divano, solo per andare in bagno al bisogno.

Ho visto gente ingurgitare ogni tipo di grasso e di zucchero in un solo pasto in una quantità talmente smodata che voi salutisti non potreste immaginare. Gente che tenta di portarti sulla strada del grasso che cola e dello zucchero raffinato, e che quando capisce che con te non c’è trippa, perché tu, non solo tieni a non sfondarti il culo, ma anche alla tua salute, ti guarda come se fossi piovuto da un pianeta dove non si mangia e ci si nutre solo di aria e di amore. In effetti io ho i super poteri, posso fare qualunque cosa senza mangiare mai e senza nemmeno stramazzare al suolo.

La bellezza, la forma fisica e la salute non sono tanto dei doni ma sono soprattutto delle conquiste e come tali implicano disciplina, rigore, costanza, determinazione, forza di volontà. Alla panzana della botta di culo delle strafighe che mangiano pizza e patatine anche a colazione e che non praticano alcuno sport, se non digitare sullo smartphone, non ci crede più nessuno, forse.

Leave a Reply

Your email address will not be published.