Memorie parigine

Vi lascio delle memorie parigine, dal momento che ieri è terminata la fashion week parigina primavera-estate 2016, l’ha chiusa la sfilata di Miu Miu e inziando dalla fine, da Miuccia e da Valentino, vi racconto cosa ne resterà.

1) Valentino e Miuccia non si criticano, si venerano e basta. I pochi miscredenti che osano criticarli, potrebbero incappare nella scomunica modaiola delle prime file in tacco 12, quelle per cui Miuccia e Vale sono religione. Tra i pochi miscredenti vi è anche la sottoscritta, che per evitare la ghigliottina, vuole precisare che li stima a e li ammira, ma nello specifico, non ha ammirato né la rivisitazione del tribale che Chiuri e Piccioli hanno proposto per Valentino, né il tulle, i volant e i grembiulini di Miu Miu.

vale

miuccia

2) Se è vero che un abito ha senso solo se fa venire voglia ad un uomo di togliercelo, il finale di sfilata che Hedi Slimane ha mandato in passerella per Saint Laurent, è stato un tripudio di abiti con la a maiuscola. Sfido qualunque uomo a non immaginare di abbassare la cerniera di questi abiti, di farli scivolare lungo il corpo e di lasciarli lì, abbandonati sul pavimento.

sl

sl2

3) Gigi Hadid è stata la protagonista di queste sfilate, la più ricercata, la più discussa. La ragazza non è solo bella, è splendida, quindi si è guadagnata di diritto riflettori, pedane, copertine e follower; che sia poi diventata un “caso” fa specie e fa riflettere sulla ricerca ossessiva e compulsiva di una magrezza che non è mai abbastanza. Mi ripeto, lo so, ma Gigi, che non ha il girocoscia di Kate Moss è di una bellezza che “Ciao Kate”.

gigihadid

4) Era dai tempi di Christophe Decarnin alla guida creativa del marchio, che non mi piaceva tanto una sfilata di Balmain. Stavolta Olivier Rousteing, oltre alle solite top: Doutzen, Alessandra, Isabeli, Lily e compagnia, ci ha messo pure la sostanza.

balmain

balmain2

balmain3

5) E poi resterà Sarah Burton, degna erede del genio di Alexander McQueen e del suo marchio.

mcq

(Immagini da www.style.com)

Leave a Reply

Your email address will not be published.