Le donne vogliono essere belle

Le donne vogliono essere belle, prima che eleganti, alla moda o griffate. L’industria della bellezza, dei trattamenti, della medicina e della chirurgia estetiche non conosce crisi, anzi è in crescita, anche in questi tempi difficili. Sicuramente investire e farlo bene porta risultati, ma è anche fondamentale adottare piccoli accorgimenti quotidiani per mantenere e valorizzare la propria bellezza. Di seguito vi do qualche dritta e vi svelo qualche segreto personale di bellezza.

La prima regola per essere belle è avere una bella pelle, e per avere una bella pelle, è fondamentale pulirla a fondo e con cura due volte giorno, rimuovendo trucco, impurità, sebo, senza alterare la composizione lipidica della pelle. Io uso da anni l’acqua micellare, per struccare e per pulire il viso, trovo che sia molto migliore del vecchio latte detergente. La seconda regola è usare prodotti per il viso adatti alla propria pelle, per quanto mi riguarda uso come crema da giorno e da notte: Lipid serum della Clinica Donati, un siero per il viso della linea cosmetica creata dal chirurgo estetico Fiorella Donati (http://www.fiorelladonati.it). In generale, è importante usare creme per il viso che contengano vitamina A, che stimola la produzione di nuove cellule, vitamina C, vitamina E e acido ialuronico e che abbiano un filtro solare, che dev’essere steso sul viso tutti i giorni, anche in inverno, anche quando il sole non c’è. Al sole, bisogna proteggere con cura la pelle del viso e del corpo, così come i capelli, ed è importante apporre maschere idratanti e impacchi sia sul viso che sui capelli, dopo l’esposizione. Per i capelli, i prodotti migliori sono quelli che contengono vitamina H e vitamina B5. Se, come me, avete le labbra spesso screpolate, le avete provate tutte, creme e impacchi costosissimi, sappiate che la soluzione migliore è la Nivea, quella della nonna nel vasetto blu, un suo generoso strato, lasciato in posa per tutta la notte vi renderà le labbra belle e morbide.

Per quanto riguarda la cellulite e la ritenzione idrica invece, quelle sono le peggiori piaghe del genere femminile, a cui pochissime sono immuni. Nella mia vita precedente, quando lavoravo come assistente schiava nell’editoria di moda, ho vestito e visto molte modelle, qualcuna anche molto famosa, e se nessuna era immune dalle smagliature, poche erano immuni dalla ritenzione. Certo, non è che sapere che anche una stangona di vent’anni e quarantacinque chili abbia degli inestetismi faccia fare pace con i propri, ma certamente fa capire che siano inestetismi che colpiscono anche le più belle e le più curate, perché difficili da eliminare. Tra ormoni, alimentazione, vita sedentaria, circolazione, la cellulite va a nozze, e quindi bisogna abbandonare prima di tutto il divano e iniziare a saltare la corda, poi bisogna mangiare un po’ meno pizze e focacce e un po’ più pesce, poi bisogna integrare con qualche componente naturale come la bromelina, fare dei massaggi e recitare qualche preghierina serale.

Leave a Reply

Your email address will not be published.