Come indossare la ciabatta

La ciabatta da tempo non è più solo la calzatura per scendere in cortile a sfamare i gatti ma anche da esibire con i propri outfit migliori. Ha cominciato Gucci con le pantofole foderate in pelliccia, che hanno fatto scuola, poi c’è stata Miuccia con le ciabatte con pelo e perle di Miu Miu, in mezzo ci sono stati Givenchy, Supreme, Louis Vuitton, Dior, ma la regina di tutte le ciabatte, l’unico vero classico senza tempo, è la Oran di Hermès. La più recente poi è la ciabatta chic da sera di Balenciaga, piatta, in raso, con Swarovski luccicanti e imponenti.

La ciabatta ha da tempo abbandonato le piscine, le spiagge e i gattili, per diventare un accessorio da mostrare, durante lo shopping, nei pranzi informali, nei cocktail serali, nelle cene e nei dopocena all’aperto, tra chiacchiere e risate.

Insomma, la ciabatta, ossia l’accessorio che rimanda immediatamente a divano, pigiama, pinza di plastica tra i capelli e spazzolone in mano, ha risvolti chic e modaioli a cui non avremmo pensato.

Con l’abito lungo e impalpabile, con i jeans alla caviglia tagliati a vivo, con i jeans a zampa, ma solo se siete filiformi e medio-alte, con gli short, con la minigonna di jeans, con l’abitino da giorno, potrete sbizzarrirvi con le ciabatte più in linea con il vostro gusto. Gattara is not the answer, when you say “ciabatta”. Per fortuna.

Leave a Reply

Your email address will not be published.