La criolipolisi che funziona

Qualche settimana fa ho effettuato una criolipolisi, o meglio, una liposuzione non chirurgica con CoolSculpting e di seguito vi racconterò com’è andata. In un’ordinaria domenica di pioggia torrenziale a Milano, da PICO clinic, che è ormai la mia clinica della bellezza, ho fatto una liposuzione con crioterapia CoolSculpting, che consiste nel congelamento delle cellule adipose.

Da qualche anno pensavo di fare una criolipolisi, ci pensavo e ci ripensavo. Da Pico, ho capito con chiarezza che l’unica criolipolisi davvero efficace e che mi avrebbe eliminato definitivamente le cellule adipose, sarebbe stata quella effettuata con tecnologia Coolsculpting, prodotta da Allergan, perché mi hanno spiegato molto bene le differenze tra lipolisi estetica e medica.

Questo genere di prestazioni ormai è diventato una giungla di proposte e offerte a pacchetti che, per una persona non esperta o che non può riferirsi a medici specialisti, è di ardua comprensione; in più, districarsi tra ciò che è efficace o ciò che non lo è, è sempre più difficile.

Coolsculpting è una criolipolisi medica i cui effetti sono studiati e certificati, e la perdita di accumulo adiposo è permanente, il tutto da farsi con la supervisione medica. Invece la miriade di dimagrimenti similari sono di tipo estetico e ciò presuppone che i risultati non siano permanenti, non siano prevedibili da persona a persona e in definitiva non garantiti. Coolsculpting garantisce una riduzione del numero totale delle cellule adipose, che si riflette in un dimagrimento localizzato vero, mentre tutto ciò che non è criolipolisi/Coolsculpting agisce sui liquidi contenuti nelle cellule, andandole a sgonfiare ma non riducendone il numero, è quindi capibile come questi effetti sono subito visibili, ma dopo un paio di mesi saranno molto ridotti, se non assenti, non appena il corpo ristabilirà i normali livelli di acqua nelle cellule.

Una volta capito questo, mi sono affidata con fiducia alle loro mani, anzi ai loro manipoli. Il trattamento consiste nell’applicazione di un manipolo termico collegato ad una macchina sulla zona da trattare, che deve stare in posa per un tempo stabilito che varia a seconda della zona che va trattata. Nel mio caso, abbiamo trattato l’interno coscia, ed il manipolo ha agito 35 minuti per lato. La sensazione è di freddo, e per me è stata piacevole, non ho provato alcun dolore, tranne alla fine, quando il medico mi ha effettuato un massaggio di un minuto sulla zona trattata, sopportabile e necessario, in quanto il massaggio finale è fondamentale per avere i migliori risultati. Al termine della seduta, sono tornata alla mia vita quotidiana, senza limitazioni, senza postumi, se non due lividi e senza particolari fastidi.

La bellezza della criolipolisi, o Coolsculpting, è proprio questa: che non richieda un tempo di recupero o convalescenza e che sia perfetto anche per le persone che hanno paura di aghi e bisturi o di qualsiasi cosa che possa essere invasiva, che, in  questo caso, non sono previsti. Ottimo è anche il fatto che non abbia postumi impegnativi o dolorosi, e che sia rilassante, un momento di distacco dalla routine e da dedicare a sé stessi.

Io sono stata attiva sui social, per mestiere e per passatempo, e ho raccontato in diretta al mio pubblico cosa stessi facendo. L’unico aspetto negativo è che per vedere il mio interno coscia rimodellato, dovrò attendere 3/4 mesi; il tempo necessario per vedere i risultati definitivi. I primi saranno visibili già tra un paio di settimane. Tuttavia non è un fatto negativo, perché in questo tempo in cui lo strato di grasso verrà eliminato dal normale metabolismo del corpo, la mia pelle avrà il tempo di riprendere la sua naturale elasticità, evitando quindi quegli inestetismi dovuti ad un rapido dimagrimento come la pelle raggrinzita e non più tonica.

Le zone che si possono trattare con la criolipolisi sono: l’addome, le maniglie dell’amore, la schiena, la coulotte de cheval, l’interno coscia, e la parte dell’interno coscia sopra al ginocchio.

Consiglierei il Coolsculpting a chiunque si trovi in quella che è stata la mia condizione degli ultimi anni. Ossia abbia un fisico in forma ma che continui ad avere qualche punto critico, e che non voglia entrare nel tunnel dei regimi alimentari talebani, e per talebani non intendo in cui non si mangi, ma in cui si pesi, si misuri e si calcoli tutto, e voglia evitare di spendere soldi a vuoto per personal trainer esosi e inefficaci. La verità è che i punti critici, quelli dove gli accumuli più ostinati si annidano, sono difficilissimi, quasi impossibili da modificare con l’allenamento, serve la mano santa della chirurgia, ma oggi qualcosa di ancora più accessibile e sicuro esiste in medicina estetica ed è appunto il CoolSculpting.

Mi sento di consigliarlo in tutta sincerità, anche in considerazione del fatto che da PICO ho trovato medici e personale preparato, con specifica formazione presso l’Allergan Academy di Barcellona, e grazie allo speciale rapporto che hanno con Allergan, che come molte di voi sapranno, è uno dei migliori brand farmaceutici nel campo medico estetico, tutto questo mi ha solo potuto convincere ulteriormente del fatto che stavo facendo la scelta giusta. Grazie PICO Milan!

Leave a Reply

Your email address will not be published.