Beauty tip non richiesti

Se c’è una cosa che non avrei mai pensato di poter fare è quella di dare consigli di trucco, beauty tip nel gergo di Instagram. Eppure sto imparando tante cose, guardando tutorial di trucco, la sera, al posto di Netflix, e grazie ai suggerimenti di una truccatrice con cui ho collaborato di recente. Così ho deciso di tritarvi i maroni con i miei consigli (non richiesti) di beauty. Come se aveste bisogno di un’altra guru del contouring.

Partiamo proprio dal contouring: sinceramente, ho iniziato a farlo un po’ a caso, perché era di moda, non potevi truccarti senza. Non conoscevo la tecnica, e quindi creavo lo ombre scure con un fondotinta più scuro, che avevo comprato da applicare sulla pelle abbronzata. Non usavo illuminante per contrastare, quella è una finezza che ho imparato, qualche tutorial dopo. Poi ho provato la polvere scura da contouring e ho capito che fosse troppo scura per me, così ho virato verso una terra abbronzante, che desse un risultato più caldo e naturale. Dopo vari tentativi e dopo essere uscita di casa svariate volte con una maschera, degna delle sorelle Kardashian, ho imparato che fosse fondamentale l’uso di un pennello tondo e tagliato. Ho perfezionato poi il tutto con i consigli della make-up artist: la terra sulla fronte, per creare l’ombra scura, va bene per me che ho la fronte alta, non per chi ha già la fronte bassa, e la abbasserebbe ulteriormente; l’illuminante sulla parte alta dello zigomo, va steso fino alla tempia; per me che ho una carnagione chiara ma dorata, l’illuminante deve avere toni caldi, non freddi.

Gli occhi sono da sempre la parte più difficile da truccare per me. Ogni volta che ci provavo, il risultato era un occhio diverso dall’altro, macchie di colore da far invidia a un panda, matite sbavate e eye-liner afflitto da Parkinson. Insomma un disastro, che dovevo sistemare, struccandomi, rifacendo il trucco, e imprecando per il ritardo e la cattiva idea di truccarmi gli occhi. Ora, sto finalmente imparando, almeno ho imparato cose fondamentali per me, ossia che l’eye-liner non è così fondamentale per chi ha un occhio più tondeggiante che allungato come il mio. Ho imparato quali sono i pennelli da sfumatura e quali quelli da definizione e come usarli. E ho trovato la palette base, sui toni del marrone, che si abbina bene ai miei colori e la modulo, intensificando o meno, a seconda delle occasioni.

Le labbra le ho sempre truccate in due modi: o con il rossetto rosso, o con gloss lucidi e naturali. Da un po’ ho imparato a definire i  contorni con una matita, per un effetto volumizzante, e chi mi segue sa che per me le labbra grosse sono imprescindibili, con buona pace di chi commenta le mie foto su Instagram, criticandone i volumi. E da un po’ ho scoperto anche i rossetti mat e naturali, che mi piacciono un sacco.

Spero che questi beauty tip possano suggerire qualche accorgimento utile alle ragazze che stanno imparando a truccarsi, o che vogliono perfezionarsi. Farò a breve anche un video che pubblicherò su Instagram stories, in cui mi truccherò, seguendo e ripetendo questi passaggi. Quindi tenete d’occhio il mio profilo Instagram (glam_kiki).

Leave a Reply

Your email address will not be published.