A sfilate terminate

A sfilate terminate, le platee si sono svuotate e le redattrici sono tornate alle loro scrivanie, nelle loro redazioni, impegnate come sempre a non salvare vite umane, ma a sfogare le proprie ansie su assistenti, guardarobiere, ultimi arrivati qualunque e chiunque passi di lì e possa fare comodamente da parafulmine. Le blogger invece, ossia le fancazziste della moda, quelle che non lavorano very hard, ma giocano, con i vestiti, con i trucchi, con i tacchi, con i post, come pensano e raccontano in giro le acerrime rivali della carta stampata, sono tornate agli scatti social ed alle condivisioni continue.

Le protagoniste però delle sfilate terminate, delle prossima primavera – estate 2017 non sono state né le une né le altre, ma le proposte degli stilisti, con buona pace degli ego ipertrofici delle une e delle altre. Di seguito vi mostro un po’ di quello che si è visto da Milano a Parigi che ha catturato il mio occhio.

Philipp Plein

Le sua festa, con tanto di Paris Hilton ad animarla, sarà stata anche una figata, per gli amanti del genere trash; la sfilata invece era una tamarrata.

_luc0752_20160922002506

_luc0724_20160922002530

Prada

Santa Miuccia Prada da Milano non può essere criticata, può solo essere venerata e io voglio rispettare tale comandamento, anzi fare molto di più: esaltare la sua idea di liberarci da scarpe scomode che ci torturano, per farci uscire comodamente in ciabatte. E se ci autorizza lei a farlo, nessuno potrà darci delle gattare.

_mon0012

Dolce & Gabbana

Dolce & Gabbana non si sono limitati a proporre le ciabatte in passerella, ma hanno fatto indossare alle modelle quelle che si trovano nelle stanze degli alberghi e che ora potremo fregare ed esibire alla luce del sole. Son soddisfazioni.

_dol0132_20160925173900

Lanvin

A Milano le ciabatte, a Parigi le camicie da notte e così, con Lanvin, abbiamo chiuso il cerchio. E buonanotte.

senza-titolo-1

Saint Laurent

L’esordio di Anthony Vaccarello alla guida creativa di Saint Laurent era attesissimo. Il successore del criticatissimo Hedi Slimane, è stato più criticato del suo predecessore, se possibile. Con poche idee e ben confuse, ha pensato bene di sfoderare il vecchio classicone dei tempi bui: fuori le tette e passa la paura.

_ysl0871_20160927233138

_ysl0767_20160927233226

_ysl0577_20160927233100

Dior

L’altro esordio che aveva seminato adrenalina negli addetti ai lavori era quello di Maria Grazia Chiuri (ex Valentino) da Dior e le attese sono state disattese purtroppo. Spalline e fascette in vita griffate Dior, manco fosse Intimissimi.

_dio1219_20160930180555

Balenciaga

Chiudiamo in bellezza con Balenciaga, che ha capito quanto l’uso del preservativo sia importante, tanto da farlo indossare anche alle donne e per uscire di casa.

_mon0655_20161002140615

(Immagini da vogue.it)

Leave a Reply

Your email address will not be published.